martedì 15 giugno 2010

Good news everyone!

Non potevo trovare titolo migliore per il post sul mio progresso in ICC. A dire il vero non so nemmeno io bene perché posto, dato che il blog è morto da tempo, però fra l'aver ripreso a giocare a WoW, l'ottava edizione di Warhammer in uscita oggi, la seconda edizione di Warmachine etc... di carne al fuoco ce n'è tanta, fin troppa rispetto al tempo che riusciamo a dedicarci (soprattutto alla parte miniaturistica, e al vederci, cazzarola!). Quindi, magari, posso puntare ad una blog battle resurrection.

Cmq, ICC. Ieri sera grazie ad una run mista pug e guild (5 membri della gilda "Resurrection"), ho preso l'achievement per i Plagueworks e ho quindi sono ad un personale 7/12 con i boss di ICC dopo 4 run. Record che mi lascia da una parte molto soddisfatto, e dall'altra invece mi sa che resterà tale per un bel po' di tempo (almeno fino a quando non verrà tirato giù il Lich King) perché dubito di riuscire a trovare un pug / altra gilda che mi prenda per fare la prima volta gli ultimi 4 boss prima di Arthas. Poco male in realtà, visto che ad oggi ho visto (e preso) un solo drop da tank fra tutti i boss completati... però dall'altra parte mi spiace perdermi una fetta di contenuto che onestamente dalle guide pare essere molto interessante.

Comunque, in linea con i vecchi post su Naxxramas, Ulduar e co., una breve digressione su cosa fa l'OT in questi 7 incontri visti fino ad ora.

Si parte con Lord Marrowgar, che introduce una meccanica "nuova" che di fatto elimina le differenze fra MT e OT... Lord Marrowgar fa danni divisi a metà fra i due tankozzi che ha davanti, e quindi di fatto il lavoro dei due tank è quello di rimanere sempre attaccati l'uno all'altro. La cosa è ovviamente complicata dalla necessità di muoversi, dato che lo scheletrazzo volante (uno dei boss esteticamente più belli di WoW tra l'altro) lancia delle fiamme ghiacciate in un pattern a croce che costringono i tank a spostarsi a sinistra o a destra. Tutto qui, in realtà, e i danni non sono così devastanti da non permettere ai tank di prendere un colpo non diviso in due, e le fiamme non fanno così male da non permettere ai tank di metterci un secondo in più ad uscirne. Insomma, è un entry check per i neuroni dei due tank... se ne hanno 2 attivi fra tutti e due, il boss non riserva sorprese.

A seguire, Lady Deathcomecavolosichiama, è un boss che, beh, ricorda due vecchi classici dei tempi di Naxxramas... prima parte, arrivano add a destra e a sinistra, e bisogna tankarli sul posto. Non fanno male, non danno pensiero, bisogna solo avere la capacità di prendere tre add tre e tenerli lì. Fattibile direi. Gli add rivificati non li tanki (non ho ben capito il perché, ma mi dicono che non li tanki, quindi non li tanko). Poi parte il boss e questo ha un meccanismo di riduzione dell'aggro dei tank che di fatto costringe a fare uno switch fra tank. Tutto qua, si switcha, si ammazza, si loota. Forse il meno "fresco" dei nuovi boss.

Gunship Battle. Ah! La figata! Epica! Roba che ESPLODE da TUTTE LE PARTI! Tattica? C'è un portale. Escono tre mob. Tankali. Non fanno male neanche quando fanno WW. E poi? Evita i razzi che arrivano, che vuol dire togliti da delle robe gialle enormi per terra che stanno lì per tipo 10 secondi (ad heroic, perché knockbackano, a normal puoi anche stare fermo se ti stai bevendo il caffé nel mentre per restare sveglio...). Diciamo che per l'off tank non è proprio EPICA, però almeno hai il tempo di guardarti intorno. Inoltre l'ho puggata due volte ad Heroic quindi -> più rep, potenzialmente anche loot migliore, senza sforzo aggiuntivo.

Saurfang è un altro fight molto molto straightforward. Qui tank e offtank non esistono, si tanka in due alla Gluth e si switcha ogni volta che arriva un debuff. Il pally tank deve fare un po' di attenzione per evitare di castare la consecration nei 10 secondi prima dello spawn delle creature e di castare gli scudi multitarget quando spawnano, ma a parte questo tutto molto normale (e cmq anche se ti sbagli non è la fine del mondo, basta che non lo fai SEMPRE).

Festergut è l'ennesima variazione sul tema "switcha che ti passa" presente in ICC. Quindi anche qui, OT = MT. Qui si switcha con un cooldown luuuuuunghissimo, e se si sbaglia si wipa, quindi è uno switch abbastanza critico. Però è uno, max due switch in tutto il raid. Ogni tanto poi prosciuga l'aria e inizia a menare con un fabbro, quindi lì devi spararti i CD difensivi. Rinse and Repeat. Kill, Loot, Move on.

Rotface! GOOD NEWS EVERYONE! Dopo 5 boss che proprio non impegnano più di tanto, finalmente arriva un boss nuovo che richiede una buona dose di coordinazione fra OT e resto del gruppo. L'OT qui deve kitare una mega ooze avanti e indietro, evitando il più possibile di stare sulla marea verde che GOOD NEWS EVERYONE! viene riversata a rotazione intorno alla stanza. Molte le cose da tenere sott'occhio, guardare i tubi per capire quale zona della stanza sarà allagata dopo e decidere da che parte andare, verificare che l'aggro sull'add kitato sia sempre stabile, controllare che non nasca una seconda mega ooze (spesso in mezzo ai melee) ed eventualmente portarla fuori quando nasce... insomma, se fino a qua il tank di stupidità media abituato a VoA e ai weekly ce la poteva fare, qui l'Off Tanking si fa serio. Godo troppo qua, ve lo assicuro.

Professor Putricide - lo spaccapug. Non c'è niente da fare, il professore non è un boss da pochi try e via, e anche il pug più carico di DPS non può nulla se non c'è dietro l'esperienza del raiding in gilda. Non so bene cosa abbia di tanto diverso rispetto ad un Rotface in quanto a complessità, anche se credo di aver identificato di fatto il problema più grosso (che è un problema vero e proprio secondo me)... in generale PP è difficile da spiegare, richiede molto movimento, di cambiare bersagli più e più volte, di fare attenzione a dove si va. Qui non si wipa di brutto perché si fa lo sbaglione, qui si wipa perché piccoli sbagliettini portano velocemente a perdere i membri del raid (un po' come in tutti gli incontri seri - Mimiron anyone?). Il problema a cui accennavo sopra è in particolare quello delle fiaschette di P2. Il problema è che le pozioni sono difficili da vedere, soprattutto i primi try, e se per caso nascono dentro ad una pozza verde, sono praticamente invisibili. La mancanza di sufficienti "warning" visivi fa si che le persone senza farci caso portino al wipe tossico senza rendersene conto.
Cmq, da OT è una figata, anche se non è particolarmente complesso (almeno in P1 e P2). Si clicka sul suo tavolo da esperimenti all'inizio del combattimento e si diventa un mini-Rotface! Poi si gira per la stanza e si clicka come un forsennato 1 per ciucciar via le macchie verdi da terra, e quando spawna una ooze nuova, si usa l'abilità 2 per rallentarla. Tutto qui in realtà, ma quando si gioca è molto più "frantic" di quanto possa sembrare a raccontarlo. Poi arriva P3 e lì devi tornare a tankare mentre switchi con il MT, mentre lo kiti in tondo, tipo Grobbulus... attenzione, posizionamento, movimento... c'è tutto, e il risultato finale è che è un incontro molto coinvolgente dove ti senti proprio di stare facendo il tuo lavoro in mezzo a tutte persone che collaborano per uccidere il bossazzo. Insomma, un raid VERO.

Purtroppo la mia esperienza con ICC termina qui, e non so dire se gli ultimi boss siano più "standard" come i primi o più complessi come gli ultimi, per il tank. Una cosa è certa, è un bel raid, ha un ritmo molto "giusto", del trash divertente e non banale, ma... non è comunque a livello di Ulduar, né a livello di ambientazione (se escludiamo la gunship battle ICC non è proprio spettacolare come ambientazione, anzi... è un po' tanto monotono...), né a livello di Boss (ICC è molto più tank & spank come impostazione, Ulduar aveva degli incontri veramente fantastici fin dai primi... Ignis, cazzo, IGNIS, CAZZOOOO!!!!). Certo che, rispetto ad Ulduar, c'è una differenza enorme... 7/12 tutto con PUG. Neanche a Naxx progredivi così tanto con un Pug, probabilmente in questo caso c'è anche l'effetto del fatto che ormai a giocare sono rimasti solo i giocatori più dedicati, però la differenza è evidente.

Vabbé, per la prossima volta, mi sa che devo preparare un resoconto dei migliori momenti di WotlK... prima che il dragazzo nero faccia tutto a pezzi...

1 commento:

  1. Ricordati anche di Strength of Wyrinn, che a Ulduar non c'era...

    RispondiElimina